GANZFELD

12 febbraio 2007

una cosa che comincia per i

Dal basso della mia ignoranza in tali questioni un dubbio m'assilla. Non quello per cui la Chiesa onestamente non rivendichi il diritto di voto in parlamento (Casini evidentemente non basta...). Non quello del perchè c'è un concordato i cui obblighi sono rispettati solo da uno dei due contraenti, lo Stato, e i benefici ricevuti esclusivamente dall'altro, la Chiesa. E neanche perchè lo Stato non rigetti tale concordato dato il venir meno del rispetto delle stesso da parte di uno dei due contraenti, la Chiesa.
Il mio dubbio è come si definiscono le persone che si ritengono assoluti e ultimi difensori della famiglia che hanno deciso però di non sposarsi appena ragazzini; che mai hanno ceduto a tale, divino?, desiderio negli anni; che si dicono i più grandi esperti di famiglia e figli, senza mai aver fatto nascere nessuno; senza mai aver voluto regalare a nessuno la possibilità di vivere in questo meraviglioso e divino mondo, almeno a loro detta.

0 Comments:

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home