GANZFELD

30 aprile 2006

Visto o sentito VII

Venerdì scorso grande giorno. Il pomeriggio ho comprato il nuovo disco dei Pearl Jam. Ma anche il nuovo dei Tool. Gran cosa. Ho poi comprato i biglietti per il concerto di Milano dei Pearl Jam, che due ore dopo sono finiti. La sera sono andato in quel di Torino per il concerto di Fantomas+Melvins big band.
Detto questo, dirò questo:
La prendo alla larga, ma arrivo: In architettura, ad esempio, ci sono dei palazzi che sono opere d'arte e dei palazzi funzionali, ma non schifosi, anzi, piacevoli alla vista, ma non certo d'autore. E che, ovviamente, non ci sognamo di abbattere perche non all'altezza di San Pietro.
Dobbiamo, credo, ragionare nello stesso modo per la musica. Ci sono dei dischi che sono ordinaria amministrazione. Non sono prodotti d'arte. Sono fatti bene, benissimo. Piacevoli all'ascolto, finanche entusiasmanti. Ma non sono capolavori. Niente che resti, nessun colpo d'ascia nel conservatorismo cognitivo del rock'n'roll. Mi riferisco al disco dei Tool. Dopo una progressione impressionante con Aenima prima e Lateralus poi, hanno fatto una frenata da airbag. Sono in ordinaria amministrazione.
Ma è un bel disco, altrochè. La mia fidanzata, impietosa, dopo trenta secondi esclama: "sto disco è gia vecchio." Nient'altro d'aggiungere. Grazie.
E' avvenuto qualcosa di simile anche per il concerto di Fantomas+Melvins. Ma è un po' diverso, King Buzzo fa da sempre dischi uguali, geniale. Su Patton, chi lo conosce lo sa, chi non lo conosce è meglio che lo faccia. Poi, al prossimo live Fantomas, consiglio di andare di corsa. Lì, l'ordinaria amministrazione, sta a livelli che ce li sognamo, noi gente comune.
E i Pearl Jam? L'accetta ce l'hanno sempre in mano, signori. Non è TEN, e va bene, ma un'intensità, un lavoro sui suoni, un songwriting. Eh, non lo trovi mica per strada. Se sono stanchi, e non lo sono, se lo tengono per sè. Non fanno i supergiovani, continuano a suonare, ci provano. E spesso ci riescono. Negli ultimi due dischi c'è qualche pezzo che poteva anche non esserci, ma, non si discute. Sono ancora i Pearl Jam. Si cambia, ma They're still alive. It's evolution, Baby!

2 Comments:

  • Bel post. Anche io a milano per i PJ, ma il nuovo disco l'aspetto nel negozio. Credo tu l'abbia preso da internet. a bientot.

    By Blogger Pie®, at 13:05  

  • Your are Nice. And so is your site! Maybe you need some more pictures. Will return in the near future.
    »

    By Anonymous Anonimo, at 01:26  

Posta un commento

Links to this post:

Crea un link

<< Home